La corrente






Eravamo davanti a una porta
- aperta
dove ogni cosa passava
tra di noi
senza lasciare traccia

Tu eri vento

che viene e rinfresca

Io, mano di vecchio

che si accosta alla soglia

Ci hanno oltrepassato momenti di vetro

Dove io spingevo per entrare
e tu anche

Ci siamo impediti l'ingresso

e siamo rimasti lì
pesanti, finiti
a lottare di una battaglia
millimetrica, immobile
- un passo indietro, la resa.

Aspettavamo che io o tu

ci arrestassimo:
lo abbiamo fatto, sì
ma insieme
(un appuntamento).

E' arrivata la corrente

a chiudere la porta
- assenza della mia mano stanca
e della tua forza.

Ha chiuso la porta, è entrata

ha scombinato i fogli
dove ti avevo lasciato

Ed è accaduto:

non ti ho trovato più
tra la carta e nel vento
- ostinato e contrario.



(illustrazione di Giordano Poloni)

2 commenti: