29. No Title



Sensi di colpa come miele invisibile
su specchi neri ieri scivolavano lenti
veleno in vene bianche come neve .

Farsi male per provare un'emozione
questa è la mia eucarestia 
questo è il mio piccolo inferno .

Costruire castelli di carta per rinchiudersi 
dentro . Solo qualche attimo . Perdere la chiave;
inghiottirla graffiandosi la gola.

Il poeta è come un saltimbanco di corte:
racconta l'Amore, storie, leggende che
non ha mai vissuto . E mai vivrà .

3 commenti:

  1. Intensa, intensissima!!!
    bravo sario :)

    RispondiElimina
  2. Farsi male per provare un'emozione
    questa è la mia eucarestia
    questo è il mio piccolo inferno .

    questo passaggio è stupendo! Tutta la poesia è bella, ovviamente, ma questo passaggio ti arriva dritto sotto la pelle.

    RispondiElimina
  3. Meraviglia!
    Altre parole non trovo, a parte Bravo!!! :)

    RispondiElimina